La vera chiesa di Cristo


Il recente documento del Vaticano sulla Vera chiesa di Cristo è l’ennesima conferma all’apostasia in atto. Questi, con i loro dottissimi scritti annullano tranquillamente la parola di Dio per seguire le loro politiche d’interesse ed egemonia.

Cosa significa infatti:

Matteo 12:50 perché chiunque fa la volontà del Padre mio che è nei cieli, questi è per me fratello, sorella e madre».

se non che dei confini di ogni tipo il Regno di Dio e quindi la vera unica Chiesa Universale (cattolica), se ne infischia!

La vera ed unica Chiesa, Tempio di Dio designato a ciò da sempre è solo il cuore dell’uomo!

In questo cuore soltanto, è possibile, nell’unità di Spirito, essere Chiesa di Dio al di là delle lingue, delle razze, delle nazioni, delle congreghe, dei partiti.

Da non dimenticare poi un particolare: se la Chiesa, quella vera ed universale, veramente fedele a Cristo è Madre di Cristo perchè lo fa nascere in se stessa, quale significato attribuire al fatto che Maria venne affidata dal Cristo morente all’apostolo Giovanni e non a Pietro ? (Gv 19, 26)

Ed ancora, questo atteggiamento della chiesa romana mi richiama alla mente un brano del profeta Isaia, il 47, 8:

Ora ascolta questo, o voluttuosa che te ne stavi sicura, che pensavi: «Io e nessuno fuori di me! Non resterò vedova,non conoscerò la perdita dei figli».

meditate, Gente, meditate…!

13 commenti

  1. Rinaldo said,

    maggio 29, 2010 a 8:51 pm

    Credo che negli scritti di Rudolf Steiner (anroposofia) possiamo ritrovare il vero senso dell’essere cristiani senza sentirci legati a nessuna chiesa cristiana.

    • maggio 29, 2010 a 10:05 pm

      Non possiedo una cultura in merito a questo signore, ma già nel suo approccio alle realtà spirituali o invisibili con un metodo scientifico, come leggo da wikipedia, trovo vi sia un controsenso logico assai limitante rispetto a quelle che possono essere le possibilità aperte all’uomo da un genuino, amato e vissuto Cristianesimo spirituale il quale, come tu approvi, non ci lega ad una chiesa terrena e nemmeno ad una Società ma solo allo Spirito. In ogni caso, ritengo che anche nel suo lavoro ci siano elementi utili e veri capaci di arricchire l’uomo. Quanto, invece, alla sua liberazione ed al conseguimento di un Bene eterno, ritengo che sia meglio seguire il Cristo, unico Maestro che ha dato la sua vita per l’uomo.

  2. Anonimo said,

    aprile 19, 2010 a 9:08 am

    Cari amici,
    Gesù disse che dove due o tre cristiani si riuniscono nel suo nome,egli sarebbe stato con loro.Le chiese cristiane organizzate nella maggioranza dei casi sono teocrazie che fanno spettacoli teatrali durante le loro funzioni o assemblee di massa. Il numero conforta e avvalora tutto.
    La ricerca della verità è già stata conclusa e verificata dai dirigenti.
    Il cristiano si crede tale perchè si battezza, fa la prima comunione, la cresima, ecc…; ma non ha potere di intervento sul credo, nè viene incentivato lo spirito di ricerca o di critica costruttiva poichè le gerarchie non amano essere ostacolate.Di solito lo spirito critico viene alimentato per essere usato contro il nemico, ma raramente si fa autocritica. I mea culpa si sprecano quando i misfatti sono di dominio pubblico. Il cristiano rimane tale se ammazza o va in guerra, ma subisce critiche se mette in discussione qualche articolo insignificante del credo religioso. In passato si veniva messi al rogo.
    Se la chiesa o la comunità religiosa non rispecchia lo spirito del cristianesimo e le messe, le adunanze,le assemblee non edificano il cristiano che rimane indifferente o assorbe passivamente sermoni che non cambiano il suo modo di vivere, perchè l’albero marcio non può produrre buoni frutti, non ha senso appellarsi alla continuità apostolica o a versetti biblici secondo cui non bisogna abbandonare la comune adunanza. Adunanza con chi? e per cosa?
    Le etichette non stabiliscono la vera identità o la qualità del soggetto.
    Chiunque appartiene a una chiesa si considera cristiano. Basta uniformarsi e la coscienza si tranquillizza. Se la comunità accetta la guerra è giusto, se si accetta il papato con potere temporale è giusto, se bisogna bere succo d’uva e non vino è giusto, se bisogna dare la decima è giusto, se bisogna rispettare la legge mosaica è giusto, se bisogna adorare Padre Pio, le Madonne facendo innumerevoli santuari senza alcun riscontro biblico è giusto, se hai dei dirigenti infallibili che ubriacano l’adepto di profezie sulla fine dei tempi senza azzeccarne una , per mantenere spiritualmente sveglio il cristiano, è giusto. A nulla serve dire che il cristiano è sveglio se ama Dio e il prossimo come se stesso, indossando “l’abito giusto con armatura spirituale efficiente” . La voglia di comunità predomina su tutto. Anche sulla verità. Tempo fà una cristiana che trasmette alla radio mi diceva che nella sua comunità hanno gli stessi doni degli apostoli, tantè che aveva sentito parlare di fratelli che resuscitavano i morti. Per dimostrare il credo vigente nella propria comunità si può arrivare a tutto. Il proprio credo,la propria comunità, i propri capi spirituali, diventano degli idoli a cui inchinarsi, abdicando dalla ragione, dalla coscienza. Il desiderio di stare in comunità prevale su tutto.
    Cristo nei vangeli non usa i nostri criteri per stabilire chi lo segue o chi prende la via larga. I farisei, ad esempio, dirottavano lontano da Cristo anche se attraversavano mari e monti per fare proseliti, perché facevano proseliti di se stessi o di satana. Pertanto il cristiano deve usare tutte le sue facoltà mentali e spirituali per verificare quale strada sta percorrendo, perché dobbiamo rendere conto individualmente, evitando di ricadere sempre nell’atavico errore di Adamo ed Eva che, per giustificarsi davanti a Dio, dicevano: – sono stato ingannato da …………..-.

  3. salvatore said,

    maggio 31, 2009 a 10:03 am

    Pace e Bene fratello in Cristo, ti saluto così perche penso che hai accettato Cristo nella tua vita. quindi devi ubbidire a Cristo, se no che senso ha!!!
    Io rispetto questo tuo modo di pensare.questa idea è biblica, cosa dice Gesù al riguardo. (cfr Mc 4,35-36) Gesù la sua barca e le altre barche, In quale barca ti credi di essere. per me questo è un semplice dialogo. Credo nell’ecumunismo.

  4. salvatore said,

    maggio 30, 2009 a 9:34 pm

    Pace e Bene fratello in Cristo. cosa intenti per Cristiani veri Tu di quale GRUPPO appartieni?

    • maggio 31, 2009 a 6:46 am

      Per cristiani veri intendo quelli che fanno realmente la volontà di Dio, indipendentemente dal giudizio della chiesa o di chiunque altro. Sono perciò i soli che dimorano nel cuore di Dio ricevendone lo Spirito e ripeto che si trovano dappertutto, anche fuori dalla istituzione ecclesiastica. Io non appartengo a nessun gruppo religioso, quindi a nessuna chiesa o comunità terrena. Se poi io appartenga alla Chiesa Spirituale o meno, questo lo stabilisce il Signore e non l’uomo.

  5. salvatore said,

    maggio 30, 2009 a 7:40 pm

    non pretendo risposta, chiedo veramente che tutti i Cristiani possiamo prendere coscienza che stiamo dividento il corpo di Cristo, che la divisione è causa di peccato mendre Gesù vuole l’unità Gv 17,21, Pace e Bene

  6. salvatore said,

    maggio 30, 2009 a 6:47 pm

    Pace e Bene, fratello in Cristo confronta Atti 15,1-35; Mc 3,13-15; il corpo di Cristo di cui parla 1 Cor 12. è formato di Cristo capo e Cristo membra. Pace e bene, preghiamo insieme per l’unità dei Cristiani.

    • maggio 30, 2009 a 8:08 pm

      Caro Salvatore. pace e bene anche a te, naturalmente. Non metto di solito questi auguri perché presuppongo che fra cristiani veri siano dati ormai per scontati, in modo assolutamente naturale. Per quanto riguarda l’esistenza di una Chiesa o Corpo di Cristo, nessun problema è tutto chiarissimo e sono in accordo. Il problema semmai sussiste sulla sua identificazione esclusiva nell’istituzione materiale conosciuta e presentata come chiesa cattolica romana. Già Agostino affermava (libro 4° capitolo 9 .13), che: come dobbiamo saper riconoscere ciò che appartiene a Cristo fuori dalla Chiesa, così dobbiamo riconoscere e condannare ciò non è di Cristo all’interno della stessa perché altrimenti sarebbe come affermare che Cristo possiede tutto all’interno della chiesa e nulla al di fuori di essa. Inoltre distingue molto bene tra chiesa degli uomini e chiesa spirituale. In proposito, ti faccio notare che la chiesa attuale è detta transeunte ovvero in “viaggio” verso la Meta ultima e la nuova Gerusalemme e non ci sarebbe necessità di questa traslazione se non si dovesse nel percorso purificare delle sue scorie, ovvero dai falsi cristiani (pastori compresi) e delle sua false identificazioni le cui immagini si sovrappongono perfettamente e prepotentemente imponendosi come uniche possibili quando invece chiesa unica non è. Potrei infierire sul tema prendendo a pretesto la insussistente e mai realizzata unità dei cristiani o i frutti che produce certa chiesa (vedi pagina COSEDASAPERE), ma basta osservare all’interno del cattolicesimo romano quale marasma di divisioni, opinioni, sette, interessi, riti, partiti è di fatto presente ed attiva. Chiamare “membra” di Cristo queste propaggini mi sembra un eufemismo inaccettabile. Inoltre posso testimoniare l’inganno personale e lo scandalo morale (non sessuale) che ho da essa subito nella mia fanciullesca ingenuità.
      Quindi, idealmente, io distinguerei 2 chiese all’interno di ogni uomo, comunità umana e anche della chiesa romana. Sono state simbolicamente definite come Gerusalemme e Babilonia, come comunità (città) degli empi e dei giusti. Ora Babilonia ha storicamente tenuto in cattività Gerusalemme e così, ritengo, accada anche all’interno della chiesa istituzione. La nuova Gerusalemme scenderà (si rivelerà) dal cielo e non sorgerà dalla terra a significare che si tratta di una chiesa spirituale che tuttavia regnerà in purezza sopra tutta la terra. Io non dico che nella chiesa non ci siano santi, perché sicuramente Cristo ha qualcosa o anche molto nella chiesa così come fuori. Non dico nemmeno che agli inizi essa non sia stata pura, almeno nelle intenzioni degli apostoli e non affermo che essa non sia stata a suo modo e nel suo insieme utile strumento nella diffusione fedele del messaggio evangelico. Dico invece che chi esercita in essa il potere di insegnamento e ne forma l’immagine esteriore in questi tempi e da molti secoli ormai non agisce più secondo lo Spirito di Dio pur rientrando, ampiamente prevista, la sua azione nociva nei piani dello Spirito che anche dal male sa trarre il bene per i suoi. Quanto all’unità dei Cristiani, se intendi quelli veri ecco: essa esiste già nell’unico Spirito dato che il regno di Dio è in mezzo a Voi, se intendi quelli falsi ecco: non potrà mai esistere una vera unità fra loro, ma al massimo realizzeranno una ennesima torre di Babele che farà a suo tempo la fine che si merita. Perché dunque dovrei pregare per una cosa che già abbiamo? Preghiamo invece di essere sempre fedeli ad essa cioè allo Spirito di Dio e che non ci colga debolezza o altra angustia capace di allontanarcene. Comunque non voglio andare oltre in questa discussione e ciascuno è libero di pensarla come vuole, tanto saranno i fatti a rendere sicuramente giustizia a chiunque. Tutto il mio pensiero lo potrai trovare nei dettagli a iniziare dal libro IL CANTO DELLA SORGENTE scaricabile gratuitamente dal blog e in varie pagine dello stesso. Io non devo vendere nulla a nessuno e non cerco seguaci per potenziare la mia verità; essa non ne ha bisogno e poi c’è senz’altro chi lo sa fare meglio di me. Se ti pare e se puoi guarda ed apprendi altrimenti amici come prima.
      Non ho molto tempo per ripetere cose che ho già scritto all’esaurimento quindi mi scuserai della mia brevità.
      Un cordiale saluto.
      claudio

  7. salvatore said,

    maggio 28, 2009 a 10:44 am

    caro fratello in Cristo ti faccio notare, quando si tratta un argomento devi vedere cosa dice tutta la bibbia al riquardo e non solo tre versetti( Mt, Gv, Is ) Pace e Bene

    • maggio 28, 2009 a 12:33 pm

      Caro Salvatore, anche tu dovresti prima prenderti la briga di esaminare tutto quanto ho scritto sull’argomento “chiesa”, che infatti contempla tutta quanta
      la Scrittura e non solo; forse riuscirai a capire meglio cosa intendo dire in questo articoletto senza pretese.
      Un caro saluto

  8. claudio said,

    luglio 11, 2007 a 3:32 pm

    Cara Anna, grazie per il commento, ma ti voglio ancora riportare una considerazione di Agostino, a mio avviso molto pertinente Egli scrive:

    Perciò, come dentro la Chiesa va condannato ciò che è del diavolo, così, fuori di essa, va riconosciuto ciò che è di Cristo. Oppure fuori dell’unità della Chiesa, Cristo non ha niente di suo, e nell’unità della Chiesa, il diavolo ha qualcosa di suo? Forse degli uomini si può dire questo: fuori della comunione della Chiesa, Dio non ha nessuno dei suoi, così come tra i santi angeli il diavolo non ha nessuno dei suoi; per quanto invece riguarda questa Chiesa, che porta ancora la mortalità della carne, finché è pellegrina lontano dal Signore, si può dire che al diavolo è stato permesso di mescolarvi la zizzania, cioè i cattivi, e gli è stato permesso perché la Chiesa pellegrina possa desiderare più ardentemente il riposo della patria di cui godono i santi angeli. (Sul Battesimo contro i Donatisti Lib. IV 63-64)

    Questo serve a comprendere che la chiesa visibile vuole ingannare gli uomini procalmandosi unica ed insostituibile quando invece è doppia, essendo presente in lei anche una comunità di zizzanie che appartiene al diavolo e che certo non si autodenuncia come tale ma opererà per avere in essa il massimo potere trincerandosi dietro la chiesa dei buoni, usandola come paravento e facendone mimesi perfetta. Tutto qui quello che occorre sapere e che mai si dice apertamente della chiesa terrena!

  9. Anna said,

    luglio 11, 2007 a 10:30 am

    Ciao Claudio, come va? E’ veramente triste leggere queste cose, ancor di più se si pensa che finchè il Signore non mi ha aperto gli occhi, anch’io, come molti, non mi rendevo conto di quanto subdoli possano essere certi messaggi.
    E la tristezza diventa dolore se lo sguardo si volge al Cristo, di cui con tanto sprezzo ritengono di esserne i successori.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: