Chiesa e scandali

L’atteggiamento molle di troppi “fedeli” nei confronti degli scandali (da mons. Milingo  a don Sante, da un caso di pedofilia ad uno di violenza carnale su novizie), accaduti negli ultimi anni carico della chiesa cattolica è la cosa che mi lascia maggiormente perplesso. Il clima di indulgenza morale, di gratuita giustificazione (in fondo i preti sono uomini anche loro…) che essi, anche se non tutti, manifestano nei confronti di reati inconfessabili imputati a sacerdoti, come la pedofilia, mi lascia esterrefatto, specialmente se lo raffronto, potendolo immaginare, con l’equivalente atteggiamento che essi assumerebbero facilmente nei confronti di chiunque, non sacerdote, non sia altrettanto ipocrita all’interno della comunità e ne trasgresdisse apertamente le regole. Tanta tolleranza e tanta esecrazione, l’indulto e l’anatema, due pesi e due misure; deduco: essi stanno difendendo una posizione di comodo, non la Verità! Una posizione così di comodo che può giungere a tutto, anche ad accusare la Verità di menzogna! Questo deduco da taluni atteggiamenti. Ma questo non è un processo a nessuno, ricordiamocelo bene!

Del resto, i cattivi maestri che hanno avuto, sono anche la loro parziale giustificazione, in un certo senso.

Per fortuna esistono ancora voci che hanno il senso dell’obiettività e dell’onestà, anche fra i cattolici.

Dal Vescovo di Acerra, sale un’esortazione a non prendersela indiscriminatamente con tutta la chiesa per “qualche mela marcia” presente in essa. La cosa sarebbe anche accettabile e saggiamente consigliabile se però la chiesa romana non avesse la presunzione di essere una, oltre che santa. cattolica ed apostolica, e fino ad ora anche coloro che hanno creato scandali sono ancora nell’unità  (quantomeno materiale) della chiesa e sono stati spesso coperti proprio dall’autorità che in essa dovrebbe essere incorrotta ed incorruttibile(!?!?). Come la mettono, come la possono mettere i fedeli di questa chiesa col problema della coerenza? Come fanno a sentirsi uno anche con pedofili, mentitori, violentatori, ladri ecc.?

In verità Agostino da Ippona trattò molte volte il tema a suo tempo e in modo saggio, consigliò ai veri fedeli di Cristo di non uscire dalla chiesa, pur dovendo sopportare in essa i cattivi, testimoniando in essa la Verità e ciò anche per evitare di cadere in reti peggiori. Se questo è stato un consiglio valido fino ad ora, il fatto che oggi nostra coscienza ci consigli invece di uscire da Babilonia, significa che qualcosa è cambiato in modo irreversibile. Significa che non è più tempo di testimonianza di fronte ai cattivi nella chiesa, ma che viene presto quello del giudizio e della separazione della pula dal buon grano. Significa che Dio compirà quella separazione con ogni modo in sua disposizione.

Deduciamo quindi che la vera Chiesa di Cristo ormai non ha quasi più nulla a che fare con l’istituzione romana. Questa potrebbe essere una risposta accettabile, eccome! La Chiesa di Cristo si è trasferita da tuttaltra parte! In questo caso gli scandali nella chiesa romana sarebbero solo all’inizio, un pallido assaggio di quello che dovrà uscire a suo tempo.

Quanto poi alla teoria insinuata di un complotto satanico contro la chiesa, tesa evidentemente a inficiare il possibile parere negativo delle genti a suo riguardo e ad accrescere indirettamente la sua “santità”   (sottile operazione restyling della propria immmagine), sulla bilancia della ragione umana, io dico: ma solo da oggi voi avete satana come nemico? e prima, quando invece tutto andava bene, cosa facevate con lui?

C’è una frase precisa nella Bibbia che mi risuona nella mente fissa come un chiodo a riguardo della chiesa marcia, ovvero della falsa chiesa, ovunque essa sia e possa essere indentificata:

Isaia 47:3

Si scopra la tua nudità,

si mostri la tua vergogna.

«Prenderò vendetta [dice il Signore]

e nessuno interverrà»,

Il tempo ci dirà se ho ragione e forse non dovremo attendere i posteri per avere una soluzione. Solo, prego chiunque di mantenere gli occhi bene aperti per cogliere quello che ancora deve venire in luce.

Annunci

Il Vaticano veste Prada

Segnalo ai miei lettori questo filmato, (Il Vaticano veste Prada); ovviamente l’autore dello stesso si assume la responsabilità riguardo alla veridicità dei contenuti.

Interessante anche il filmato di presentazione del libro di Piergiorgio Odifreddi dal quale il filmato prende i suoi dati.

Da segnalare che l’Autore appare incapace di discernere, per quanto sia un attento osservatore e ragionatore esatto, tra una quantomeno possibile realtà spirituale e il miserabile operato degli uomini.

Il mio avviso è che comunque  vedremo  ben presto cose ben peggiori di queste, da parte della chiesa, basta saper attendere!

Il Canto della Sorgente – seconda edizione

canto.jpg Un libro come IL CANTO DELLA SORGENTE, che produca una seconda  edizione, si presuppone debba essere un libro di successo e che abbia riscosso estesa approvazione nei lettori; e invece, in questo caso, no! Rammento che secondo la simbologia biblica per Sorgente si intende in molti modi il Signore, la Sorgente per antonomasia di ogni esistenza e di ogni verità. La sorgente che “canta” nel mio libro è invece la mia immagine e somiglianza al Creatore, pallido, infimo riflesso della Sorgente superiore, in ultima analisi, il mio Spirito ispirato da essa. La necessità di una seconda edizione del Canto della Sorgente è motivata dal mio puro, rinnovato desiderio di continuare a donare qualcosa di proprio e di valido all’uomo qualcosa che, io per primo, ho verificato attraverso la mia vita, punto per punto. Io sono profondamente convinto che anche i deboli, i poveri, gli schiavi, i disperati, i … minus … possano avere e trovare in se stessi una loro peculiare forza invincibile, potente, una loro dimensione vitale e ritengo anche che ogni uomo sia fragile in qualche suo lato se non posto in condizione di conoscere, meditare e verificare alcune cose, come quelle che appaiono scritte in questo libro, pur con grande disappunto dei signori di questo mondo. E’ per fare in modo che i deboli divengano forti che il Canto della Sorgente è stato scritto, pubblicato e ripubblicato, finalmente, senza più alcun genere di pastoia editoriale e ad un prezzo giusto (quello della sola stampa su carta, mentre il download è gratuito); questo è un libro no-profit! La forza di un’idea pura, amata, esattamente riconosciuta e ritenuta nel centro del cuore umano, può condurre direttamente a riconoscere Dio, la Sorgente appunto, in noi stessi per fare in modo che chiunque possa realmente stabilire con Lui un’Alleanza valida, efficace ed eterna ed è in questa possibilità, data gratuitamente a tutti, che si trova la forza per i deboli, la Speranza per i derelitti e via dicendo; qui sta il potere segreto che nessun potere potrà mai controllare a meno di riuscire a fare dimenticare o disprezzare all’umanità tutte le sue Verità profonde, tutta la sua Eredità santa. Non si tratta di “religione fai da te” come alcune lingue bifide, presumo, vorrebbero volentieri definire il mio lavoro, nella speranza che possa essere superficialmente ignorato dagli uomini e passare inosservato, nell’indifferenza generale. In realtà, lo hanno letto molto attentamente ed hanno perfettamente ravvisato, prima di ogni altro,  la minaccia che indirettamente costituisce per loro. Come autore vorrei chiedere solo una cosa a tutti quei Lettori che avessero compreso ed apprezzato il Canto della Sorgente: che abbiano la bontà di recarne notizia ad altri perchè il messaggio possa essere conosciuto fra gli uomini. Credo che anche questo possa essere parte della Carità! Grazie! NOTA: il libro è scaricabile gratuitamente dal sito di LULU ma bisogna iscriversi e procedere come se si trattasse di un acquisto. Per evitare questa procedura si può anche scaricare liberamente dal questo sito A QUESTO LINK  oppure da GOOGLE LIBRI

Cronaca da un paese allo sfascio

E’ solo di oggi l’ennesima notizia di violenza, a Roma, su una donna da parte di extracomunitari, (romeno è il protagonista di oggi, tanto per cambiare). Ora lei è in coma! E’ solo di ieri l’annuncio, in toni giubilanti, della Caritas, quasi fosse un traguardo lodevole, un indice di produttività e di merito del paese, dell’incremento di oltre il 20%  degli stessi (quelli regolari, perchè degli altri non si fa menzione) nell’ultimo anno in Italia! E’ di ieri il proclama dalla massima Carica della Repubblica sostenente che gli extracomunitari sono ormai una risorsa irrinunciabile per l’Italia.

(Dicevano la stessa cosa anche degli schiavi, a loro tempo, mi pare di ricordare).

Vadano adesso a dirlo al marito di quella donna che sua moglie è stata distrutta, immolata nel nome dell’interesse nazionale e pure lo dicano a tutte le famiglie delle altre vittime di casi analoghi!  Abbiano almeno il coraggio di guardarle in faccia!

Non avevamo abbastanza male “di nostro” in questa nazione e così hanno pensato bene di aprire le porte indiscriminatamente anche a quello di importazione in nome di un assolutamente malinteso senso della carità e della solidarietà che è solo facciata  dietro al quale e dietro al  voluminoso fardello di problemi irrisolvibili che esso crea, si nascondono i traffici più turpi che un essere umano possa concepire e non concepire.

Personalmente, non ho nulla di preconcetto contro gli stranieri, invece ho tutto contro le camorre e i loro insospettabili patròni , che organizzano e rivestono di legale, ed anche di caritatevole questo lordo mercato di carne umana, a cominciare proprio da questo paese, da questa povera Italia.

Come cittadino italiano (almeno penso di esserlo ancora, non so per quanto mi sarà ancora concesso), avrei piacere a conoscere se, da quando ed a che titolo la Caritas ha sostituito il Ministero dell’interno nel controllo, nella gestione dei flussi migratori e nella loro determinazione. Vorrei ancora sapere perchè, in Italia, ci sono delinquenti protetti ed aiutati in ogni modo dalle leggi dello Stato, mentre altri scontano fino all’ultimo le loro pene senza che nessuno mai si interessi di loro.

In Italia c’è in giro gente totalmente anonima, senza controllo alcuno, che ha tacita licenza di intimidire, uccidere, rapinare, stuprare, inquinare, picchiare e questa licenza di fatto è stata loro fornita non certo dai cittadini in buona fede, ma da qualcuno che si serve perversamente di questi individui per le sue strategie di potere; favore in cambio di favore! Vi lascio immaginare quali generi di favori si possano scambiare in questi ambienti!

Io voglio altresì sapere chi ha svenduto a terzi la sovranità nazionale italiana, i suoi, fino a ieri, “sacri confini”, il suolo, per difendere il quale, (sono sempre loro, badate bene, stessa genetica, stessa genìa), fino a ieri si mandavano a morire i giovani al grido di non passa lo straniero, … difendi la tua Patria….la tua donna con la vita!, …cacciali via! ecc. ecc.

E le discussioni sulle problematiche che essi hanno deliberatamente creato, a danno esclusivo dei loro sudditi (sudditi: perchè tali siamo ormai, noi cittadini onesti, malgrado le democratiche apparenze), servono solo a convincerci ancor più dell’ineluttabilità di questo destino che loro ci hanno preparato e che in tal modo si apprestano a farci digerire con ogni mezzo, persuadendoci in ogni modo che non c’è comunque nulla da fare, mediante la tecnica del discutere i problemi, del fare inchieste, del rafforzare leggi e decreti che già dovrebbero esistere ed operare e poi facendo in modo che tutto continui ad andare avanti, sottobanco, come e meglio di prima. Sì, signori; quando vi promettono di porre rimedio ad un vostro problema, state tranquilli che quel problema, magari con fasi alterne, per migliorare l’inganno, peggiorerà inesorabilmente se ciò è nei loro interessi, e riuscire a vendere due o tre volte un intero paese coi suoi cittadini è nei loro interessi, eccome se lo è!

Ma guardateli bene in volto, quando vi si presentano per cercare di convincervi del “vero” con quelle facce da “lupo buonino” con quegli sguardi amorfi ed asessuati da gente “perbene”, con quei sorrisi fasulli che altro non sono se non maschere grottesche prodotte a uso di coperchio della loro coscienza marcia. Non è neppure difficile riconoscerli al volo tanto ci hanno sensibilizzato con le loro continue e varie menzogne.

Se potesse esistere (ma non c’è!) un limite alla contemplazione dello schifo ideologico di questo paese (vera anteprima mondiale), io credo di averlo oltrepassato di grandissima misura; spero solo di ingannarmi, ma non credo. Me lo dicano le coscienze oneste che pure ancora esistono e si sacrificano eroicamente per esso.

Precisazione: Qui non si giudica nessuno, si rileva e caratterizza soltanto, dagli effetti che produce nel paese, la presenza e la strategia d’azione di questi figuri; non si commetta mai l’errore di intraprendere azioni contrarie contro di loro; il vangelo recita: non opporti al malvagio, e per “ucciderli” basta il nostro pensiero, la nostra considerazione nei loro confronti.  Il Signore ha detto: Mia è la vendetta!

L’unica cosa che mi consola veramente è nel fatto che l’impunità assoluta di questi individui, l’assoluta arroganza e disinvoltura che manifestano,  nella convinzione che nessuno li veda o possa efficacemente contrastarli, dato che si nascondono proprio dietro la “legalità” più inattaccabile, costituisce un segnale ben preciso, un segnale di “game over” molto prossimo contro il quale si troveranno un bel giorno a sbattere la faccia improvvisamente e duramente, proprio all’apogeo della loro corsa. Dovrebbero rifletterci sopra almeno un po’

Io credo che Dio vi conosca molto bene e che vigili su di voi premurosamente, cari innominati ed innominabili! Io non farò nulla contro di voi, nessuno farà nulla, anzi pregherò per voi tutti i giorni (per vostra miglior rovina), statene certi!

I miei migliori auguri di felice carriera!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: