Chiesa e scandali


L’atteggiamento molle di troppi “fedeli” nei confronti degli scandali (da mons. Milingo  a don Sante, da un caso di pedofilia ad uno di violenza carnale su novizie), accaduti negli ultimi anni carico della chiesa cattolica è la cosa che mi lascia maggiormente perplesso. Il clima di indulgenza morale, di gratuita giustificazione (in fondo i preti sono uomini anche loro…) che essi, anche se non tutti, manifestano nei confronti di reati inconfessabili imputati a sacerdoti, come la pedofilia, mi lascia esterrefatto, specialmente se lo raffronto, potendolo immaginare, con l’equivalente atteggiamento che essi assumerebbero facilmente nei confronti di chiunque, non sacerdote, non sia altrettanto ipocrita all’interno della comunità e ne trasgresdisse apertamente le regole. Tanta tolleranza e tanta esecrazione, l’indulto e l’anatema, due pesi e due misure; deduco: essi stanno difendendo una posizione di comodo, non la Verità! Una posizione così di comodo che può giungere a tutto, anche ad accusare la Verità di menzogna! Questo deduco da taluni atteggiamenti. Ma questo non è un processo a nessuno, ricordiamocelo bene!

Del resto, i cattivi maestri che hanno avuto, sono anche la loro parziale giustificazione, in un certo senso.

Per fortuna esistono ancora voci che hanno il senso dell’obiettività e dell’onestà, anche fra i cattolici.

Dal Vescovo di Acerra, sale un’esortazione a non prendersela indiscriminatamente con tutta la chiesa per “qualche mela marcia” presente in essa. La cosa sarebbe anche accettabile e saggiamente consigliabile se però la chiesa romana non avesse la presunzione di essere una, oltre che santa. cattolica ed apostolica, e fino ad ora anche coloro che hanno creato scandali sono ancora nell’unità  (quantomeno materiale) della chiesa e sono stati spesso coperti proprio dall’autorità che in essa dovrebbe essere incorrotta ed incorruttibile(!?!?). Come la mettono, come la possono mettere i fedeli di questa chiesa col problema della coerenza? Come fanno a sentirsi uno anche con pedofili, mentitori, violentatori, ladri ecc.?

In verità Agostino da Ippona trattò molte volte il tema a suo tempo e in modo saggio, consigliò ai veri fedeli di Cristo di non uscire dalla chiesa, pur dovendo sopportare in essa i cattivi, testimoniando in essa la Verità e ciò anche per evitare di cadere in reti peggiori. Se questo è stato un consiglio valido fino ad ora, il fatto che oggi nostra coscienza ci consigli invece di uscire da Babilonia, significa che qualcosa è cambiato in modo irreversibile. Significa che non è più tempo di testimonianza di fronte ai cattivi nella chiesa, ma che viene presto quello del giudizio e della separazione della pula dal buon grano. Significa che Dio compirà quella separazione con ogni modo in sua disposizione.

Deduciamo quindi che la vera Chiesa di Cristo ormai non ha quasi più nulla a che fare con l’istituzione romana. Questa potrebbe essere una risposta accettabile, eccome! La Chiesa di Cristo si è trasferita da tuttaltra parte! In questo caso gli scandali nella chiesa romana sarebbero solo all’inizio, un pallido assaggio di quello che dovrà uscire a suo tempo.

Quanto poi alla teoria insinuata di un complotto satanico contro la chiesa, tesa evidentemente a inficiare il possibile parere negativo delle genti a suo riguardo e ad accrescere indirettamente la sua “santità”   (sottile operazione restyling della propria immmagine), sulla bilancia della ragione umana, io dico: ma solo da oggi voi avete satana come nemico? e prima, quando invece tutto andava bene, cosa facevate con lui?

C’è una frase precisa nella Bibbia che mi risuona nella mente fissa come un chiodo a riguardo della chiesa marcia, ovvero della falsa chiesa, ovunque essa sia e possa essere indentificata:

Isaia 47:3

Si scopra la tua nudità,

si mostri la tua vergogna.

«Prenderò vendetta [dice il Signore]

e nessuno interverrà»,

Il tempo ci dirà se ho ragione e forse non dovremo attendere i posteri per avere una soluzione. Solo, prego chiunque di mantenere gli occhi bene aperti per cogliere quello che ancora deve venire in luce.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: