Segni del Bene

Potrebbe facilmente accadere, guardando a come il mondo si presenta oggi, di cedere al pessimismo più nero ancor più volendo proiettare la situazione attuale in scenari futuri.

E’ infatti caratteristica propria della natura divisa del Male apparire importante, espanso più di quello che invero è, per annichilire anzitempo la speranza di coloro che  tanto vorrebbe poter  conquistare.

Per quanto operi ed ottenga non gli è tuttavia possibile cancellare o annientare tutti coloro che gli si oppongono attivamente e che, pochi o molti che siano e pur nascosti a volte,  non possono non lasciare tracce luminose del loro agire lungo la storia e nelle società. Essi, come fili luminosi intessuti nella buia trama di una storia senza fine appaiono di tanto in tanto in superficie rendendosi palesi alle coscienze non addormentate con una chiarezza ineguagliabile che fa autenticamente rivivere la Speranza.

Ho letto il gran lavoro IL VATICANO  E GLI EBREI dell’Amico G. Korn appena pubblicato e considerandone il contenuto ho avuto precisamente questa rincuorante impressione: il senso dell’agire incessante dello Spirito in mezzo alle genti; incurante delle molte meschinità umane, si rende palese e ci lascia a volte intravvedere il fine che Dio ha predisposto per noi, un fine che mai viene dimenticato e che si approssima ogni giorno anche se non con tempistiche e secondo progetti umani. Esso si avvale però della collaborazione di moltissimi uomini, uomini che spesso non appaiono, ma semplicemente sanno ancora obbedire incondizionatamente alla loro coscienza ed alla Voce che vi risuona sempre nobile, veritiera, serenissima, intrinsecamente onesta ed amante dell’uomo. Essi sono presenti ovunque servano a Dio, anche laddove potrebbe sembrare impossibile. Sì, proprio non siamo mai soli.

Annunci

Idolatria e sette oggi

Ho scritto la pagina che segue questa presentazione innanzitutto per chiarire a me stesso alcuni concetti intuibili ma difficilmente comunicabili in parole povere. Il buon senso dell’uomo posto di fronte a fenomeni la cui origine non appartiene al piano strettamente materiale e tangibile può facilmente vacillare o perdersi in un mare di dubbi con un maggiore possibilità di essere fuorviata verso l’errore. L’analisi e la ricerca che ho effettuato, in parte speculativa, ma quanto più sincera e disinteressata possibile, spero possano in qualche modo contribuire alla chiarezza della coscienza dei lettori. La connessione da me rilevata tra pratiche pagane antiche,  odierne e alcuni fatti della chiesa non mi lascia indifferente e per certi aspetti mi inquieta fortemente quanto ai possibili sviluppi futuri. Affermazioni gravi come quelle provenienti dell’esorcista Don Gabriele Amorth (cioè dall’interno della stessa chiesa) e riportate in questo articolo, parrebbero proprio confermare quanto  esposto in IDOLATRIA E SETTE Oggi. Buona lettura.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: