La scimmia

Questo articolo mi permette di affrontare contemporaneamente 2 temi: uno generale, che riguarda l’impossibilità di sussistenza di un BENE puro ed autentico in questo mondo, analizzando le cause che mantengono in atto tale situazione; l’altro particolare, che riguarda la cura delle malattie operata col metodo omeopatico. In questi mesi sto iniziando a scoprire cosa sia veramente l’omeopatia; il caso volle che in google libri ritrovassi il trattato del Medico Samuele Hahnemann, padre dell’omepoatia, inerente la cura e le problematiche delle mattie croniche. Conoscevo da sempre il principio dei simili  su cui tale medicina si basa, ammettendolo per vero e sacrosanto ed avevo dell’omeopatia un nozione comune, generale, superficiale, inesatta. Presenziai pure attentamente ad una visita omeopatica  da parte di un medico specializzato nel ramo ad un mio parente, ma non ebbi mai il modo di potermi realmente avvicinare alla pratica di tale medicina, trovando piuttosto laborioso ed improbabile il reperimento dell’esatto simile di una malattia nel mezzo della enormità di repertori infiniti di: sintomi, sostanze, orari, condizioni che vengono determinate e ricercate al fine di individuare il rimedio più esattamente simile. Del resto, i risultati nulli del trattamento omeopatico prescritto dal medico al mio parente non mi incoraggiavano all’approfondimento della materia. Ho letto parte del libro e il risultato è stato: Claudio, non ti hanno mai voluto far sapere cosa veramente è l’omeopatia! Te l’hanno presentata come un medicina improbabile, fantasiosa, quasi impotente, lunga e dagli effetti dubbi o condizionati dall’autosuggestione.  Ma Il libro sulle malattie croniche di Hahnemann riflette invece lo spirito e la Scienza di un vero Medico che, pur con i limiti materiali dell’epoca, ha rivelato di essere un Grande in senso scientifico, spirituale , intuitivo ed umano, lasciandoci una eredità immensa che purtroppo (è naturalmente una opinione personale), è stata in parte avariata proprio da molti di coloro che dovevano custodirla e tramandarla, nello Spirito prima di tutto.

Alcune prove eseguite sulla mia persona con farmaci omeopatici da me scelti mi hanno infine tolto ogni dubbio sulla effettiva efficacia di questa medicina geniale e potente il cui studio genuino dovrebbe invece essere propagato nelle scuole al posto di tante inutili materie. Ma questo non si farà mai perché toglierebbe affari ed affaracci a certa gente dando a ciascuno la possibilità di gestire in autonomia gran parte della propria salute oltre che di capire tante altre cose; ciò non è utile al buon gioco del sistema.

Quando l’aspetto commerciale o politico si impone in una realtà, lo Spirito di Bene, quale esso sia, viene immancabilmente perduto, tradito, violentato, adulterato.

In quel libro io ho ritrovato invece lo spirito autentico del Medico, riconoscendolo simile a quello con il quale mi sono dedicato per anni, pur non essendo laureato, alla ricerca della salute e del benessere dei conigli che ho ricevuto in custodia.

Ora, ciò premesso, affronteremo il tema generale esprimendo una legge che credo sia universalmente constatabile. In questo mondo quando un Bene autentico viene rivelato, scoperto, donato all’umanità, sia esso il Vangelo, la scienza omeopatica o altro, immancabilmente viene suscitata la sua “scimmia” ovvero il suo falso simigliante che opera instancabilmente in modo da sostituirsi o sovrapporsi al soggetto originale cercando di riscuoterne il credito presso gli uomini. il Male che si traveste al fine di risultare invisibile, inesistente, imita sempre e necessariamente il bene quasi perfettamente…MA NON LO E’, non potrà mai esserlo malgrado ogni suo sforzo ed espediente!

Ogni bene puro ed autentico, rivelato apertamente ed ingenuamente, finisce perciò, presto o tardi per fornire al male una ulteriore occasione di travestimento ed azione!

Guardiamo alla Verità di Cristo ed alla istituzione ecclesiastica che ne è venuta, guardiamo all’omeopatia come era in origine e come viene intesa oggi. Guardiamo alle scoperte scientifiche ed all’uso che ne fanno le grandi multinazionali della medicina, le “lobbies” dei medici, dei farmacisti e via dicendo.

Perciò Cristo insegnava in parabole; un modo per far annunciare ed insegnare la verità senza esporla completamente alla contaminazione del maligno che, Lui sapeva, sarebbe immancabilmente avvenuta.

Perciò tutto questo mi insegna a dubitare grandemente di tutti coloro che pare stringano in pugno la soluzione definitiva dei problemi dell’umanità. Ciò non potrà avvenire che in un Giorno solo, come rivelatoci della Scritture.

Nel tempo presente e fino a quel Giorno il Bene, quello con la B maiuscola, può albergare, crescere e fruttificare solo nel cuore puro dell’uomo e giammai sulle piazze del mondo. Un tuorlo d’uovo, ricco di proteine ed altri preziosi elementi nutritivi, non può essere impunemente esposto all’atmosfera di questo mondo, pena la sua corruzione immediata e inevitabile a causa dei batteri.

Così la verità pura, il Bene puro ed essenziale.

Perciò dobbiamo sempre coltivare la Speranza e vegliare sul Bene dentro di noi malgrado fuori ogni cosa pare degenerare al peggio. Il messaggio Cristiano ci ha detto e predetto tutto. Vegliate e pregate sempre perché l’azione della Giustizia non vi colpisca. E’ infatti sospeso sulle teste dell’umanità, di tutti noi,  un infinito  carico di iniquità regresse e presenti che reclamano giustizia e la Giustizia, prima o poi, dovrà avere corso.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: