La Salette, Fatima, Medjugorie


Ultime parti del lungo filo dell’inganno

Nulla da eccepire sulla sicura buona fede dei poveri pastorelli testimoni della apparizioni di La Salette e Fatima e sul fatto che essi, come molti altri nel mondo, furono effettivamente messi a parte di un’esperienza umanamente definibile come soprannaturale ma, se il contenuto delle profezie mariane a noi noto è davvero quello, come è stato diffuso, non è possibile esimersi da un commento breve, doveroso e crudo.

Prima di tutto, vorrei che il lettore si imprimesse bene in mente i seguenti brani evangelici e il loro senso per vedere poi come il significato di tutta la questione “mariana”, grande fenomeno in forte, patologica espansione all’interno della cristianità, giunta fino ad oggi con le apparizioni di Medgjugorie, finisca per essere identificabile proprio con gli eventi finali da cui Cristo disse di guardarsi.

E’ evidente che i contenuti di vita delle persone, riguardo al senso ed all’amore per la Verità finiscono infine per essere il filtro, il vaglio, il criterio ultimo e  discriminante fra chi comprende questi fatti in un modo e chi nell’altro, fra chi cade nell’inganno e chi no.

Entrate per la porta stretta, perché larga è la porta e spaziosa la via che conduce alla perdizione, e molti sono quelli che entrano per essa; quanto stretta invece è la porta e angusta la via che conduce alla vita, e quanto pochi sono quelli che la trovano!
Guardatevi dai falsi profeti che vengono a voi in veste di pecore [o di madonne n.d.a.] ma dentro son lupi rapaci. Dai loro frutti li riconoscerete. Si raccoglie forse uva dalle spine, o fichi dai rovi? Così ogni albero buono produce frutti buoni e ogni albero cattivo produce frutti cattivi; un albero buono non può produrre frutti cattivi, né un albero cattivo produrre frutti buoni. Ogni albero che non produce frutti buoni viene tagliato e gettato nel fuoco. Dai loro frutti dunque li potrete riconoscere.
Matteo 7, 13-20

Credo che i frutti dell’ “albero mariano”, sebbene intuibili fin d’ora per alcuni,  non sono le tanto ostentate conversioni, ma si vedranno solo alla fine nella loro triste entità.

Pensate ancora un’altra cosa: se ogni uomo può rivolgersi direttamente al suo Creatore e Salvatore Gesù, chi potrebbe avere interesse con false motivazioni a creare un ulteriore centro mediazione interposto abilmente fra Dio e l’uomo? Quando si fanno di queste operazioni, che rendono tortuose, difficili, le vie dell’uomo e di Dio, l’intento è solitamente quello di imporre ulteriori ed altrimenti ingiustificabili gabelle,  se non addirittura, quello di appropriarsi in tutto o in parte di ciò che dovrebbe essere reso a Dio solo. l’Adorazione in questo caso.L’Adorazione, per essere tale, deve essere motivata e convinta pertanto da ciò deriva l’obbligo di perpetrare l’atroce inganno a danno di molti.

Allora, dunque, se qualcuno vi dirà: “Ecco, il Cristo è qui, ecco è là”, non ci credete;
perché sorgeranno falsi cristi e falsi profeti e faranno segni e portenti per ingannare, se fosse possibile, anche gli eletti.
Marco 13, 21-22

Sorgeranno infatti falsi cristi e falsi profeti e faranno grandi portenti e miracoli, così da indurre in errore, se possibile, anche gli eletti
Ecco, io ve l’ho predetto.
Se dunque vi diranno: Ecco, è nel deserto, non ci andate; o: È in casa, non ci credete:
Come la folgore viene da oriente e brilla fino a occidente, così sarà la venuta del Figlio dell’uomo.
Dovunque sarà il cadavere, ivi si raduneranno gli avvoltoi.
Matteo 24, 24-28

Anche Gesù stesso volle per così dire scoraggiare questa inveterata tendenza del popolo ad adorare le cose o le persone collegate al Divino quasi ne potesse comunque derivare “per contatto” una sorta di beneficio pure se immeritato per l’uomo; egli afferma senza dubbio quale è invece la via certa per essere figli di Dio:

Luca 11:27 Mentre diceva questo, una donna alzò la voce di mezzo alla folla e disse: «Beato il ventre che ti ha portato e il seno da cui hai preso il latte!».
Luca 11:28 Ma egli disse: «Beati piuttosto coloro che ascoltano la parola di Dio e la osservano!».

Ma ascoltate bene, prima di procedere oltre, questo filmato; specie nella seconda metà. Afferma  acutamente molte cose giuste che tutti possono verificare personalmente. Ricordatevi sempre, quando trattate questi argomenti e ci ragionate sopra, questa equazione di equilibrio :  la Maria delle apparizioni è la chiesa e la chiesa è  la Maria delle apparizioni e nulla hanno a che fare con la vera Madre di Gesù nè con  la Verità!

Da secoli le cosiddette profezie mariane, sostituendosi poco a poco alle parole di Cristo, hanno condizionato,  in buona parte, nella credulità popolare, la visione che nell’accezione comune è utilizzata per produrre un’idea falsa di ciò che dovrebbe avvenire alla fine dei tempi ed è da ritenere che siano state in qualche modo “spinte ad avverarsi”, approssimativamente, in quei termini, da poteri e volontà che nulla hanno di divino e probabilmente nemmeno di umano. Dopo aver considerato i testi da me scritti, la comparazione con le citate profezie rivelerà molti utilissimi dettagli che nemmeno io avevo prima  colto, sebbene avvertiti interiormente con sospetto, in modo indecifabile. Di questi cosiddetti “messaggi profetici” appaiono subito evidenti tre cose:

1 Cominciando dalle apparizioni di La Salette, è già possibile dedurre che la forma mentis che le ha partorite è indiziariamente di provenienza ecclesiastica, dati i reiterati richiami all’inferno, al rosario , alla sottomissione (tanto cara e tanto indispensabile agli sporchi giochetti della chiesa), al pane, alle bestemmie verbali dei carrettieri, fatti con una malvagità d’intenti contro l’uomo, la sua corporeità, che è indicativa di un determinato e ben preciso spirito generante il procedimento mentale.

Per dirla in parole povere, la mia impressione è che queste apparizioni paiono più “vaneggiamenti astrali” di una ipotizzabile abbadessa isterica, proiettata da qualche “volere comune” in pratiche “mistiche ed occulte” di dubbio livello, che non qualcosa che potrebbe anche lontanamente essere in odore di divino. In nome e a vantaggio di chi, queste comunicazioni “miracolose” siano state fatte e dirette ad arte di volta in volta, non è poi tanto difficile immaginarlo. Nella chiesa non mancano, in particolare, i ciurmatori di alto e altissimo livello, tutta la sua storia insegna che per giungere al suo fine essa non ha mai esitato a falsificare spudoratamente ogni cosa: documenti, testimonianze, miracoli e reliquie comprese. Qualsiasi psichiatra inoltre ben conosce che le possibilità di artefatto nel campo della psiche umana sono praticamente infinite, talvolta con fenomeni reali e straordinari cui nemmeno loro riescono a dare spiegazioni razionali. Tuttavia, pur spendo bene queste cose, c’è ancor oggi chi nella chiesa si da da fare per spacciare fenomeni originati unicamente dalla psiche umana per opere sante o demoniache, catalogandole e qualificandole unicamente in base al fatto che esse tornino a vantaggio oppure a svantaggio della chiesa stessa, fregandosene completamente della Verità. E questo succede, ricordiamocelo bene, perché solo fomentando in concreto l’idolatria e la superstizione nei popoli, pur predicandole contro, i preti possono godere del potere e del vantaggio che il loro assoluto ruolo prevede e che il loro cuore brama sopra ogni altra cosa, finanche sopra Dio stesso che dicono di servire.

2 E’ in in queste profezie evidente l’assoluta insussistenza del concetto di Giustizia e Bontà di Dio (mentre invece affiora molto chiaramente quello della “giustizia” ipocrita della chiesa), il quale appare, per bocca di una “santaveverginemaria” un tantino “ovarica” e assai sofferente di protagonismo non appagato, come una potenza estrema, assetata solo di sangue e di morte, che soddisfa la sua collera in modo cieco, vendicativo, totale e generale, ogniqualvolta le genti non rimangono sottomesse (c’è da chiedersi: a chi, davvero?). Essa, poi, non lesina certo le adulazioni o, se preferite, le indulgenze e le minacce, pur di avere le persone ai suoi piedi. E’ quindi un Dio assai sospetto, molto, molto terreno e politico nelle sue vie, quello che lì viene da lei presentato. Egli, invece di farsi liberamente amare dall’uomo, lo costringerebbe col ricatto, penalizzandone prima la vita in modo assoluto e condannandolo poi, inevitabilmente, a morte e all’inferno. La cosa è assolutamente in contraddizione con tutti i messaggi dei veri profeti di Israele e con lo Spirito del Vangelo di Cristo, dai quali la giustizia assoluta di Dio e la sua misericordia sono invece messe sempre in luce come prime, importanti garanzie delle intenzioni e manifestazioni di Dio nei confronti degli uomini cui si rivolge. Ricordiamoci bene quell’arcobaleno, segno d’alleanza fra Dio e l’uomo dai tempi di Noè, che circonda il trono divino descritto nell’Apocalisse (Ap. 4, 3).

3 La cosa che appare evidente è il fatto che, pure esprimendo talvolta giudizi inauditi sul comportamento materialista e traditore di sacerdoti e cardinali, (mi riferisco al comunicato della Vergine di La Salette, dai contenuti assai pesanti anche nei confronti di certa parte di sacerdoti), come se ciò che viene indicato come riprovevole accadesse all’interno della chiesa solo da quel momento e non già, reiteratamente, da quasi due millenni, il messaggio della sedicente Madre di Dio esonera, incredibilmente, in dispregio all’unità della chiesa ed alla Verità, il pontefice da ogni accusa e responsabilità, così come tutti quegli ammennicoli ecclesiastici e sacerdotali, che sono le forme di culto e baluardo di potere della chiesa, nelle modalità consuete e tradizionali. Facendo due più due, è evidente che, secondo tali terrificanti profezie, l’unica cosa che Dio desidererebbe, in fondo, è la più totale sottomissione dell’uomo alla “sua volontà particolare”, espressa ovviamente tramite quei poteri ecclesiastici di cui la parte inevitabilmente scomoda a loro stessi o concorrenziale nello stesso gioco, è qui precauzionalmente accusata di essere bestia ed anticristo, fumo o coda di satana intrufolatesi nella chiesa. Questa è una bella tattica, è l’avanzare facendo finta di retrocedere, è l’arte del rubare tutto convincendo invece le persone di essere intenti ad elargire generosamente, a piene mani. Questa è dottrina che viene dal padre della menzogna! E’ una tecnica che dovrebbe permettere a chi vorrebbe detenere il supremo potere dell’empietà di dominare ancor più in nome di Dio, sconfiggendo, terrorizzando o piegando preventivamente  al suo volere anche quelli che, pur vestendo la medesima divisa, ad un certo punto capiranno veramente cosa essa ha sempre nascosto e si vorranno realmente convertire, sconfessando dall’interno quel tristo dominio di cui comprendono esser stati incauti complici o inconsapevoli strumenti. Il potere insomma, malgrado le persecuzioni alla chiesa, e le divisioni prevedibili ed annunciate fra prelati e cardinali (che esploderanno sicuramente quando, infine, si pretenderà che tutti mangino e riconoscano come Dio un pane assolutamente ripugnante, o solo diverso da quello preconizzato), ha già predisposto le cose in modo che coloro che rifiuteranno di procedere fino in fondo al gioco dimenzogna saranno etichettati e condannati come emissari di satana all’interno della chiesa e a loro verranno addebitate tutte le responsabilità, anche i paccati commessi in precedenza in “nome di santa obbedienza”. Il potere seleziona così i suoi figli perfetti e servili senza velleità fino a che raggiungano la purezza assoluta della perversione spirituale, necessaria per rendere esecutiva la condanna che Dio ha già pronunziato su di loro fin dall’inizio dei tempi.

Non meravigliamoci di queste cose, lo stesso, p. es., fecero con Giovanna d’Arco, prima giudicata posseduta dal demonio, processata, condannata al rogo, e infine proclamata santa a seconda delle opportunità del momento storico. Quest’inganno è preparato da tempo anche perché nessuno abbia in tal modo a ricordarsi o accorgersi del fatto che Dio punisce con la divisione e la dispersione le comunità empie, a cominciare da Babele, e pertanto una prevista, eventuale, infausta divisione all’interno della chiesa (o una mai raggiunta unità dei cristiani) non possa mai essere intesa come condanna di Dio dal volgo, ma unicamente accepita come conseguenza martirizzante della santa lotta del bene contro il male. Insomma, malgrado tutte queste circonvoluzioni di ragionamento, la cosa che puzza comunque e salta all’occhio, nelle profezie in questione, è che il potere assoluto della chiesa e la sua pretesa valenza morale e divina non vengono in alcun modo intaccate o redarguite, ma piuttosto consolidate ulteriormente, mentre il Nome di Dio viene costantemente disonorato, sostanzialmente privato dei suoi santi attributi. D’altro canto, questi messaggi hanno il potere di indurre nell’uomo vivo un senso occulto di sfiducia in Dio e sofferenza interiore che egli sarà portato a lenire con l’affidamento cieco, sottomesso, emozionale, comodo ed acritico alle braccia di colei, Chiesa>Madre di Dio>Sposa di Dio>Mariasemprevergine, che gli si propone come madre consolatrice, capace di risolvere in modo conveniente ogni problema, mentre è solo una orribile megera malamente imbellettata, che da un lato suggerisce le scappatoie giuste al cristiano “sottomesso”, mentre dall’altro, per i “ribelli”, gestisce tuttora, in modo spietato, inapparenti e sofisticatissimi strumenti di costrizione, di morte o di tortura inconscia ed animica, più ancora che materiale. L’intonazione apocalittico-distruttiva, immancabilmente fascistoide e antisemita costante, quasi tediosa, di tutte queste millantate “profezie” denota comunque che coloro che le hanno suscitate, o manipolate in seguito a loro uso e consumo, erano null’altro che servi del maligno e nemici dell’uomo, senza dubbio alcuno, in quanto, all’evidenza, privi dello Spirito di Carità che invece è necessario per intendere l’Apocalisse, il Vangelo, la Legge ed i Profeti. Esse sono nulla più un disperato, squallido espediente fra i tanti, vecchio già prima di nascere, di riguadagnare alla chiesa un potere assoluto ed un ruolo che l’incalzare dei tempi e la maturazione delle civiltà umane rendono sempre più lontani ed irraggiungibili.

Quanto poi al miracolo del “sole che gira e si abbassa fino a terra”, ho solo presente il versetto dell’Apocalisse 13, 11-14., che afferma: -….(la seconda bestia) operava grandi prodigi, fino a far scendere fuoco dal cielo sulla terra davanti agli uomini…. ed ancor più le parole di Cristo: – Sorgeranno infatti falsi cristi e falsi profeti e faranno grandi portenti e miracoli, così da indurre in errore, se possibile anche gli eletti. – Matteo: 24, 24.

A questo proposito, non deve poi trarre in inganno il fatto che in queste profezie si anticipino talvolta eventi futuri poi realmente avveratisi. Per i demoni ed in qualche caso anche per l’uomo non è difficile prevedere o intravvedere parzialmente il futuro poiché il piano animico dove essi operano consente abbastanza facilmente di vedere o intuire cose future e ciò vale anche per l’uomo qualora riesca a portare la sua mente su quel piano, come mostrano gli sciamani o, talvolta le semplici premonizioni che avvengono naturalmente.

Del resto, quale migliore, incontestabile abito mimetico esiste, che superi la candida innocenza di alcuni giovani pastorelli? Ed anche la facilità con cui si può pilotare la mente semplice e tenera di un fanciullo o di una persona pura, inducendolo a riferire  pur sinceramente cose tuttavia non vere a sua insaputa, vale a dire cose che egli non è in grado di comprendere a fondo o non può verificare direttamente, ha forse eguali in altri soggetti? Sappiamo bene chi furono coloro che eviravano tranquillamente i fanciulli per ottenere da essi voci pure, angeliche, fino alla loro più tarda età, non importando a nessuno quanti poi ne morissero per le infezioni contratte durante la barbara operazione. Cosa volete aspettarvi di bene da coloro che continuano ad edificare il loro operato su queste ed altre fondamenta mostruose? Forse che rispettino l’uomo? Che queste profezie provengano, sebbene per vie a noi ancora misteriose, da “ambienti” legati o facenti parte della chiesa, lo si può dedurre anche da altri particolari, ad es., è significativa quella parte del messaggio di la Salette dove in cambio di una conversione popolare la Vergine promette a coloro che digiunano abitualmente, poiché patiscono fame e povertà, che le pietre saranno mutate in pane se si convertiranno! Non mi è possibile non ravvisare una forte similitudine di queste parole con una delle tentazioni di Cristo nel deserto, dove, avendo egli fame, il demonio lo consiglia di tentare Dio perché trasformi proprio le pietre in pane. In pratica anche a Cristo viene richiesta una “conversione” o una “sottomissione” in cambio del soddisfacimento di un naturale e legittimo bisogno del corpo. Vi è qui una perfetta identità di metodo ricattatorio e noi sappiamo bene perché, quando si parla di pane, la chiesa non capisce più niente! Mi si spieghi poi perché la Vergine Santa avrebbe dovuto concedere ora, ad un’umanità da lei stessa definita adultera e reiteratamente peccatrice, quel segno dal cielo (il miracolo del sole che gira) che suo Figlio ebbe invece a negare agli scribi e ai farisei? Perché questa “Vergine” pretende in continuazione la sofferenza dell’uomo in riparazione dei peccati di altri, come se il sacrificio di Cristo non fosse stato sufficiente, come se gli uomini potessero ancora aggiungere o togliere qualcosa al valore universale e all’efficacia del suo Dono e del suo Sacerdozio? E mi si spieghi poi perchè Cristo, morendo in croce , ebbe ad affidare Maria, sua madre, all’apostolo Giovanni, e non a Simon Pietro, il proclamato fondamento della Chiesa? Cosa ha voluto indicarci con tale atto?…

Forse una spiegazione a tutto questo c’è ed è antica come l’uomo. Se non erro, Maria Madre di Dio è chiamata anche Regina coeli. Ora la Regina del cielo è un concetto preesistente a quello di Maria madre di Gesù. Il profeta Geremia infatti già parla a più riprese del culto di una regina del cielo qualificandolo come forma di idolatria.

…anzi decisamente eseguiremo tutto ciò che abbiamo promesso, cioè bruceremo incenso alla Regina del cielo e le offriremo libazioni come abbiamo già fatto noi, i nostri padri, i nostri re e i nostri capi nelle città di Giuda e per le strade di Gerusalemme. Allora avevamo pane in abbondanza, eravamo felici e non vedemmo alcuna sventura;
ma da quando abbiamo cessato di bruciare incenso alla Regina del cielo e di offrirle libazioni, abbiamo sofferto carestia di tutto e siamo stati sterminati dalla spada e dalla fame».

Geremia 44, 17-18

Caso strano, proprio alla minaccia di  fame, guerre, carestie,  sofferenze inferno ecc.  si appiglia la visione di La Salette (e non è la sola) per intimidire gli uomini e costringerli ad una improbabile conversione o ad una molto più probabile gara verso il servilismo, la castrazione spirituale assoluta e la cecità di coscienza più incredibili.

Quando il cristianesimo nascente tramutò i templi pagani preesistenti in basiliche della cristianità, probabilmente trasse ispirazione anche per commutare il culto di Iside nel culto della Madre di Dio e non si sa con quale intento ciò è stato fatto, dato che ne vennero, a torto o a ragione, due figure perfettamente sovrapponibili ed interscambiabili per forma e contenuto. Infatti se questa può sembrare a prima vista una operazione attuata per facilitare la conversione dei pagani alla nuova verità del cristianesimo, d’altro canto potrebbe benissimo prestarsi a far sì che i cristiani vengano iniziati alle pratiche dell’idolatria più bieca senza che lo sospettino, verso un vecchio idolo solo che rivestito di nuovi nomi e simboli. Precisamente questa io ritengo sia l’attuale funzione di inganno del culto mariano dilagante ai nostri giorni.  Infatti noi ritroveremo nelle varie profezie mariane elementi connessi alle facoltà ed ai poteri di Iside, l’antica Ishtar (Astarte) dei babilonesi, la divinità femminile e lunare capace di influenzare i raccolti o di scatenare fame e distruzione, regina degli inferi e degli astri.

Dopo aver conosciuto testimonianze come quelle riscontrabili, ad es., nel famoso libro “Autobiografia di uno Yogi” di Paramahansa Yogananda, edito per la prima volta in Italia nel 1951, (che sarei propenso a ritenere come un resoconto esaustivo delle fenomenologie straordinarie che in India si verificano da secoli per opera dei santoni), ma senza voler in nulla accogliere le verità teologiche in esso proposte, ho potuto riscontrare che non intercorre poi una grande diversità tra i fenomeni come quelli di Fatima e tutti i fatti mirabili operati dai vari guru dell’India, espressioni dei poteri certamente straordinari che la mente e l’anima dell’uomo possono di per sé, tecnicamente, operare, anche con la partecipazione di spiriti non necessariamente santi. Ricordiamoci solo che nel secolo precedente la prima apparizione di La Salette in Francia ed in Europa fiorivano ovunque studi e sperimentazioni sul magnetismo animale e l’ipnosi. Molti miracoli di santi, ostentati dalla chiesa cattolica, assomigliano fenomenologicamente a quelli prodotti volontariamente dagli yogi e non sono dissimili da altri compiuti dagli sciamani o da individui particolari in tutto il mondo, in ogni comunità della terra, molto spesso completamente avulsi da ogni contesto morale o religioso. Questa fenomenologia assai complessa che anche durante certe trance ipnotiche è possibile suscitare e dirigere a comando, e cui molto viene sicuramente aggiunto dalla fabulazione popolare, la cui natura comune appare generalmente costatabile, tuttavia, non basta a certificare la provenienza di questi fenomeni e ad attribuirne l’origine ad una intenzione o moto divino, facendo accettare tout court al fedele ogni messaggio che ne provenga.

In proposito voglio riportare quanto asserito, a mio avviso molto felicemente, da Vincenzo Maria Mastronardi nel libro:

Sette Sataniche – Newton & Compton marzo 2008:

Finanche l’argomento “esorcismo”, può essere spesso considerato alla stessa stregua di un processo di suggestione circolare che si autoalimenta vicendevolmente imprigionando esorcista ed esorcizzato in un perverso processo di “autoconvincimento riverberante”, lì dove, viceversa, trattasi di psicosi allucinatoria debellabile in pochissimo tempo con il giusto farmaco antipsicotico deliriolitico…. Riteniamo con Franco Granone che in realtà, senza nulla togliere all’esistenza del maligno, da sempre ammesso dalla Chiesa, la percentuale di coloro che sono realmente bisognevoli dell’intervento di un esorcista si assottiglierebbe sempre più e in realtà, atteso che in diversi casi si è ottenuto lo stesso risultato con le normali sedute di ipnosi clinica, la fenomenologia della relazione esorcista- ipnotizzato è del tutto analoga a quella esistente nella coppia ipnotista-ipnotizzando, lì dove è lo status ipnotico di maggiore recettività verso le istanze etero o autoindotte dalle stesse aspettative del soggetto presunto posseduto a compiere il miracolo della “cacciata dei demoni della psiche”, in una sorta di autosuggestionabilità circolare che lievita le aspettative di ambedue i soggetti coinvolti…

D’altro canto non bisogna escludere, anzi è probabile, che questi mezzi stessi, coinvolgendo l’anima e la psiche umana, siano fra gli strumenti o i sentieri comuni adoperati anche da Dio per operare i suoi miracoli sebbene con una sapienza ed uno spirito affatto superiori e diversi. Si tratta dunque di distinguere attentamente le cose, poiché dobbiamo ricordare che una stessa strada percorsa dagli angeli non è automaticamente santa, in questo mondo, poiché anche i demoni travestiti possono percorrerla per un po’ di tempo e così ingannare molti, ingannare tutti coloro che si fermano ad adorare la strada fine a se stessa. Lo stesso dicasi per i mezzi adoperati. Ad un attento esame, poi, appare evidente come il fenomeno in sè eccezionale risente comunque pesantemente di un’influenza mentale e culturale relativa, che perciò è ben lungi dal potersi dire universale e santa. Così, un’apparizione in immagine o anche in corpo materiale che si generi “miracolosamente” in ambito cattolico, assomiglierà sicuramente alle riproduzioni sacre che molte volte si veggono dipinte nelle chiese o sono illustrate al catechismo, mentre invece ciò non potrebbe avvenire, ad es., laddove il cristianesimo non fosse mai stato conosciuto; presso quelle popolazioni la stessa apparizione, generata dallo stesso movente, sarebbe probabilmente, pur con alcuni tratti comuni, rivestita dell’abito più confacente alla loro connotazione religiosa e spirituale. L’esempio più incredibile di questa morta iconicità delle apparizioni è laddove, nel resoconto degli avvenimenti di Fatima, la giovane Lucia afferma che ci saranno allo stesso convegno oltre a S. Giuseppe e a Gesù bambino anche il Signore e due diverse Madonne: -Verrà San Giuseppe con il Bambino Gesù per dare la pace al mondo. Verrà Nostro Signore a benedire il popolo. Verranno anche Nostra Signora del Rosario e Nostra Signora dei Dolori. –

Dobbiamo anche ritenere, come ipotesi certa, che qualora esistessero veramente poteri dominabili dall’uomo (e personalmente ne sono convinto), della portata di quelli esercitati da certi guru, essi sarebbero immediatamente indagati, riscontrati, analizzati e sequestrati da coloro che il potere terreno già detengono e bramano accrescere ad ogni costo e in ogni modo per riuscire a giungere fino al cielo con l’opera delle proprie mani. In questo senso potremmo anche ipotizzare realisticamente che coinvolgere intere comunità nella preghiera ossessiva ed incessante indirizzata verso un solo obiettivo (léggi ad es. madonna) da loro creato e diretto, potrebbe anche produrre fenomeni sovrannaturali grandiosi ed altrimenti inspiegabili, potrebbe egregiamente servire da “carburante” a tutt’altro sacerdozio che non quello autentico di Cristo. Si spiegherebbe così l’esaltazione dell’uso del rosario e di altre pratiche continue che vengono insegnate in quella parte di chiesa. Noi non sappiamo nulla dei culti misterici dell’antichità, ma essendo comunque forme di potere, possiamo ragionevolmente essere certi che abbiano ancor oggi i loro secreti cultori e perfezionatori, discendenza degli antichi sacerdozii. Le nozioni per acquisire questi traguardi verrebbero così nascoste agli occhi dell’uomo comune e rese accessibili solo a coloro che il potere seleziona e stabilisce quali propri figli e degni eredi. Per questo ho altrove confutato alla chiesa di “sostenere la fede” nel Dio che lei propugna con l’ausilio di operazioni occulte. Io non ho prove dirette, ma molti indizi mi conducon a ritenere questa ipotesi con altissima probabilità di realtà. Così come essa si è impossessata violentemente dei tesori culturali e materiali dei popoli che “convertiva” crediamo veramente che non abbia posto attenzione particolare, facendone grandissima, gelosa incetta, anche alle loro forme di potenza sacerdotale e sciamanica, quante ne possono esistere, nel tentativo assurdo e arrogante di rimettere in piedi, ricomponendone artificiosamente il mosaico, quel potere originale che Adamo possedeva naturalmente nel paradiso terrestre? Io credo che se potessimo vedere chiaramente quale è effettivamente l’entità della parte occulta dei poteri che governano il mondo ( e questa è rivelazione evangelica), e i portenti che possono teoricamente scatenare, non ci meraviglieremmo più di fenomeni come quelli di Fatima o simili, di fenomeni come la predizione più o meno precisa di eventi materiali futuri, di bilocazioni, guarigioni, apparizioni, smaterializzazioni e quant’altro risiede in quel vastissimo repertorio del paranormale.

Ma, purtroppo per loro, tutto questo, ed anche molto di più, non è di per sé cosa sufficiente per assimilare con ragionevole certezza a Cristo, al Padre, o alla Madonna, l’origine di questi fatti, con tutto quel fenomeno aberrante di “fede, danaro e lacrime commotive” che ne consegue immancabilmente. E’ perciò che questi eventi sono e saranno, secondo l’ammonizione del Cristo, tanto grandi da ingannare anche gli eletti, se ciò fosse possibile. Ma ciò non è possibile proprio perché gli eletti conoscono lo Spirito di Dio da sempre, in loro stessi; essi non possono quindi ingannarsi e, anche se incapaci di descrivere minutamente gli artifizi, non conoscendo tecnicamente le profondità di satana, avvertiranno sempre, prima o poi, quel puzzo di marcio che inevitabilmente sa fuoriuscire anche dal contenitore sigillato e inghirlandato nel modo migliore; il loro “olfatto spirituale” sensibilissimo li avvertirà di non cadere nel trabocchetto così astutamente predisposto.

E’ dunque, secondo mia povera, personale opinione, per tutti i falsi profeti ed i falsi sacerdoti l’avvertimento grave di Cristo che credo si possa utilmente considerare anche di fronte a profezie come La Salette, Fatima, Medjugrie:

-Chi invece scandalizza anche uno solo di questi piccoli che credono in me, sarebbe meglio per lui che gli fosse appesa al collo una macina girata da asino, e fosse gettato negli abissi del mare….-
Matteo 18, 6

Per un ragguaglio critico-analitico più che esaustivo sulla dottrina menzognera della chiesa e le sue aberrazioni si legga questo ottimo articolo relativo al Culto Mariano

Per la Regina del cielo si consulti questa pagina

Un blog interessante su Medjugorie

Annunci

12 commenti

  1. Andrea said,

    dicembre 18, 2010 a 11:59 am

    Di chi parla l’Apocalisse cap. 12 ? Chi sono i suoi seguaci che la aiutano contro la battaglia con il drago? Chi è la donna a cui Cristo in croce dice madre ecco tuo figlio? CHi è la donna in cui nella Genesi Dio dice a satana “questa ti schiaccerà la testa e tu le insidierai il calcagno”? Avete mai letto dell’incontro con Elisabetta? “Tu sei benedetta fra tutte le donne”
    da Matteo 1
    “Ecco, la vergine concepirà e partorirà un figlio che sarà chiamato Emmanuele, che significa Dio con noi.”
    Se poi San Giovanni afferma che quando lo vedremo saremo simili a Lui , ne deduco che lei sia simile a Lui e possa intercedere presso Gesù suo figlio per noi…..
    Lei non è Dio….ma è sempre sua madre, e intercede per noi…per tutti noi…
    presso l’unico grande mediatore tra Dio e gli uomini cioè Gesù Cristo

    • dicembre 18, 2010 a 5:43 pm

      La chiesa ha detto che è Maria, non sapendo cosa dire di meglio e solo per giustificare l’idolatria Mariana che ha introdotto con questi artifici nella comunità dei credenti senza essere contrastata. Ciò che la chiesa dice riguardo alla donna vestita di sole è solo una parte della verità che tra l’altro è, a mio avviso, aliena dai contenuti banali e scontati, quando non apertamente apostati, delle apparizioni. Se Giovanni o chi autore per lui avesse voluto indicarla come personaggio esclusivo avrebbe usato un altro modo meno simbolico di esprimersi. Consiglio di leggere anche il capitolo “dei Segni, pg. 189” del mio libro gratuitamente scaricabile e consultabile:* Ipotesi e riflessioni sull’Apocalisse di Giovanni *che spiega in modo credo completo ed obiettivo, certo non riduttivo, come debba intendersi il brano della Donna vestita di sole. Lo puoi ricercare su Google libri a questo indirizzo: http://books.google.it/books?id=7hWs1CNQqLoC&printsec=frontcover&dq=ipotesi+e+riflessioni&hl=it&ei=DOMMTanEMouhOs6KoZIJ&sa=X&oi=book_result&ct=result&resnum=1&ved=0CCYQ6AEwAA#v=onepage&q&f=false
      Poi ti invito a riflettere su:
      1Timoteo 2:5 Uno solo, infatti, è Dio e uno solo il mediatore fra Dio e gli uomini, l’uomo Cristo Gesù,
      Le intercessioni “alla moda romana o mediterranea” non credo possano, in questo caso, fare parte di una sana dottrina perché ciò equivarrebbe al voler modificare la giustizia di Dio oppure ad attestargli che a Gesù manca qualcosa come Salvatore dell’umanità, che non ha visto qualcosa o qualcuno da salvare. Capisci che di fronte ad un Dio Padre e figlio, la storia delle intercessioni parentali suona un po’ storta, puzza di raccomandazione insomma… Anche perché poi è scritto che :
      Romani 8:26 Allo stesso modo anche lo Spirito viene in aiuto alla nostra debolezza, perché nemmeno sappiamo che cosa sia conveniente domandare, ma lo Spirito stesso intercede con insistenza per noi, con gemiti inesprimibili;
      Perché si è dovuto aggiungere anche un intero firmamento di santi e diverse madonne quando lo stesso Spirito che intercede (solo come nostro avvocato), è tutto ed in tutti loro come in ogni uomo?
      Cordiali saluti

  2. maggio 18, 2010 a 9:06 pm

    Caro Claudio, voglio darti solo un consiglio che viene dal cuore e sono certo che l’accoglierai col cuore. Non bannare, cacciare, togliere, stralciare nessuno dal tuo blog. lasciagli dire tutto quello che vogliono. Tu, noi, abbiamo la capacità di farlo perchè ci viene dallo Spirito. Nessuno potrà resistere alla nostra parola. Io sono continuamente tolto fuori dalle religioni di questo mondo, perchè dico la Verità. Siccome non riescono a contrastarmi, perchè sono menzonieri, trovano facile, escludermi dai loro blog, con la bella scusa del regolamento. Noi siamo nella verità e non abbiamo nulla da temere. Sono certo che accetterai questo mio invito. Giuseppe.

    • maggio 29, 2010 a 5:44 am

      Caro Giuseppe. questo sito non è fatto per le auto-celebrazioni personali. Ti invito a proporre argomenti pertinenti altrimenti mi vedrò costretto a chiudere la tua partecipazione. Un consiglio: perchè non ti fai un blog personale anche tu se vuoi dire la tua?
      Ciao

  3. maggio 18, 2010 a 8:52 pm

    Sono daccordo con tutto quello che dice claudio dellavalle. Un’altrogiorno darò il mio commento, ora sono molto stanco e non ci riesco. Comunque complimenti!

  4. JOHN COLTRANE said,

    agosto 2, 2009 a 3:57 pm

    Non è questione di offendersi, siamo mica all’asilo; ho letto cose piene di disprezzo verso le meravigliose apparizioni mariani di Fatima e La salette, e ti ho scritto.
    Libero tu di farlo, e libero chi legge di intervenire e segnalare il tuo astio così poco (x nulla) cristiano,
    Tu confondi, credo, la meravigliosa e perfetta dottrina cattolica, continuamente confermata da DIO (vedi la Sindone), con gli errori/orrori degli uomini; dovresti saper distinguere, se avessi veramente acuore unicamente la VETITA?. DIO ti illumini

    • agosto 2, 2009 a 4:26 pm

      Vedo che continuiamo a ragionare ed intendere su piani diversi e francamente inconciliabili. Ti do un consiglio, se posso. Continua per la tua strada che è ben diversa dalla mia e non ha nulla in comune con me ed il mio spirito.
      Ogni altro commento di contenuto polemico e non veritiero sarà stralciato da questo blog come spam senz’altro avviso.

  5. JOHN COLTRANE said,

    agosto 2, 2009 a 2:04 pm

    Non credere a Fatima è veramente da mala fede: perchè avete così astio vewrso i Cattolici? Pace e bene.

    • agosto 2, 2009 a 3:36 pm

      Nessun astio, te lo assicuro, ma avere in abominio la falsità questo si, anche se si fosse travestita da papa.
      Comunque, come ben riconosci altrove il governo del mondo è nella mani del Signore (per fortuna), e quindi avere astio come quello che tu vorresti appiopparmi sarebbe del tutto inutile ed improduttivo come improduttive sono le propagande e le contro propagande di parte. Se non ti aggrada quello che scrivo rivolgiti ad un ambiente più consono al tuo sentimento, io non mi offendo mica.
      Pace e bene

      • DAXO said,

        febbraio 4, 2010 a 4:53 pm

        Parli di inganni fai riferimenti bibblici che non c’entrano assolutamente nulla con le appazioni mariane .
        Gesu’ dice dai frutti li riconoscerete .
        Cacciare via un fratello dal tuo forum solo perchè non è daccordo con te credo sia poco cristiano fratello , Gesu’ non ci chiede forse di evangelizzare con docilità e carità ? ” Amatevi come io vi ho mato ”
        Detto questo credo tu abbia molta confusione in testa .
        Le apparizioni mariane non possono far riferimento alle parti bibliche da te citate perchè la Madonna non si presenta come Cristo ma come serva di Cristo …. è un concetto totalmente diverso .
        Quando si parla di falsi miracoli operati dal demonio si dice anche che i frutti saranno catastrofici .
        A Medjugorje come nelle altre apparizioni mariane possiamo assistere al ritorno alla fede , molte persone da uno stato terrificante e di peccato grave trovano la via della pace e del cambiamento morale .
        Ora dimmi caro perchè satana dovrebbe portare persone che sono già sulla via della dannazione verso un peccato ( a tuo dire idolatrico ) minore ??
        Spiegami anche perchè avvengono tante liberazioni dal demonio ??
        Gesu’ stesso ha detto ” non si puo’ cacciare belzebul per mezzo di belzebul ”
        Tu stai dando a satana piu’ potere di quanto ne abbia carissimo fratello .
        La mia vita è cambiata grazie anche a Medjugorje , da marito poco corretto e da persona rissosa sono diventato docile e ora come non mai ho capito l’importanza del matrimonio e di essere buon padre , prego insieme a mia moglie e abbiamo affidato la nostra vita a Gesu’ .
        ANCHE QUESTA E’ OPERA DEL DEMONIO ??????
        Riflettaimo attentamente prima di cadere nel giudizio perchè lo Spirito Santo si posa dove vuole .
        Un caro abbraccio .

        • febbraio 5, 2010 a 10:40 am

          Appunto, hai detto bene DAXO: dai frutti li riconoscerete! Quando li presenterete a Dio e ve li valuterà. Ridurre tutto il male al materialismo, all’ateismo, alla crapula del secolo presente, al satanismo palesemente dichiarato è un ottimo sistema per nascondere la mala pianta che ha prodotto quei frutti; è un modo per stornare lo sguardo e l’intelletto delle genti da un livello di Male ben più profondo, ingannevole e spirituale che certo non si riveste di caprone puzzolente con corna ed occhi di fuoco per farsi amare. Hai detto bene ed è giusto che sia così. Divisione! Quelli che vanno da una parte e quelli che vanno dall’altra, in piena auto-determinazione. Alla fine del mondo verranno gli angeli e separeranno i buoni dai cattivi, anche con questi mezzi, come dice Paolo: per questo Dio invia loro un POTENZA D’INGANNO…. (Tessalonicesi 2, 9 e s.s).

          Se non sei d’accordo con quanto affermo – e ne hai la piena facoltà-, SICURAMENTE vedrai in me un satana né farò nulla per dimostrarti il contrario perché non servirebbe. Alle verità delle cose ci devi arrivare con la tua vita e non perché qualcuno è abile a convincerti. Quello che scrivo qui è per coloro che hanno a cuore la Verità delle cose sopra tutto. Ma se la Verità non è già presente o amata in loro a nulla servono le mie parole. Cerco di istruire chi lo vuole liberamente, non di convincere o di fare proseliti. Quindi non vi contendo nulla, statene certi. Io allontano da questo blog solo chi risulta sterile allo scopo per cui è stato fatto e cerca, come è vostra abitudine, di squalificare in ogni modo chi ha una posizione che lede anche indirettamente i vostri interessi e le vostre convinzioni anche con la calunnia o la maledicenza gratuita. Ma io sono abituato ad essere cacciato dalle sinagoghe, cioè dalle assemblee; mi stupirei invece del contrario. Ora la tua opinione è stata espressa e rimarrà sul blog in testimonianza, ma non ho tempo per sterili disquisizioni. Quanto al matrimonio sono felice per te e quanto all’abbraccio, io mi lascio abbracciare solo da mia moglie per rispettare la quale (32 anni di matrimonio) mi è bastato essere fedele alla promessa sponsale del primo giorno senza dover scomodare la S. Vergine. Io credo ci sia solo una cosa peggiore della non conversione ed è la finta conversione. Il numero delle conversioni, come le chiamate, non è prova della loro autenticità. Giudica Dio questo, su ogni uomo e non facendosi certo condizionare nel giudizio dal numero o dalle “sceneggiate della piazza”. Comunque, se posso esprimere la mia personale opinione, dopo aver assistito a quella che si dice essere “trasferta” di Maria in quel di Napoli, mi sono proprio cadute le braccia, visto che per conoscere quello che ha detto, bastava leggere una Bibbia qualsiasi senza scomodare le Potenze del Cielo. Evidentemente non è tanto il messaggio di istruzione che si cerca in queste manifestazioni, ma qualcosa d’altro…
          Non condivido, non approvo, non credo al movimento Mariano e men che meno al fenomeno Medjiugorie!
          Ne ho moltissimi motivi, cuore compreso, che ho cercato qui di esporre come meglio ho potuto. Se qualcuno è di diverso avviso liberissimo di esserlo; gli auguro di conseguire quello che io ho conseguito andando per la mia strada.

          Addio

          P.S. Dimenticavo di rispondere alla domanda che mi hai posto cioè perché satana avrebbe interesse a sedurre con inganno delle apparizioni le persone già non credenti di loro verso un peccato secondario come l’idolatria. Potrei rimandarti a questo articolo: http://camcris.altervista.org/madonna.html che ti consiglio comunque di leggere attentamente, ma voglio comunque dirti la mia.
          Ecco, innanzitutto l’idolatria non è affatto una peccato secondario che si possa considerare con certa quale indulgenza; è invece il PRIMO DEI PECCATI, tanto che il primo e secondo comandamento sono ad esso collegati secondo Esodo 20, 2-5 ed anche se non si parla segnatamente della Madonna come figura idolatrica, questo riguarda, eccome, le vostre pratiche, visto che di immagini di “cose nel cielo” e di statue ne fabbricate a iosa e visto che vi prostrate anche davanti ad esse.
          In secondo luogo occorre dire che satana, dopo la venuta di Cristo, ha ben poche carte da giocare; precipitato a terra come folgore è solo in attesa del suo giudizio e fa ogni cosa per evitare di subirlo. Perciò nutro molti e molti dubbi su quelle “liberazioni dal demonio”, come le chiami tu,anche perchè molte di quelle persone hanno già ricevuto i sacramenti della chiesa; come mai non sono bastati apreservarle? Forse perchè come riti valgono poco? Occorre una magia più forte?
          Ma l’interesse di satana ad organizzare una comunità, seducendola con l’immagine di una falsa santità o divinità c’è e precisamente è quello di ricevere l’adorazione, le preghiere, l’attenzione, l’energia, il potere (che gli manca sempre più) e magari tutto il cuore sotto mentite spoglie. E sotto di lui ci sono i suoi ministri beffardi, ma soprattutto ingannatori ed apostati malgrado l’apparenza, che lo aiutano egregiamente nell’opera rivestendo di sacro e di divino ciò che non potrà mai esser tale e ne condividono i relativi vantaggi…, circondandosi poi da un vasto alone di persone dalla carpita buona fede che servono loro come travestimento mimetico, come cavallo di Troia credendo di non poter essere assolutamente visti da nessuno. Inoltre, quando si è riusciti ad impiantare una tale convinzione negli uomini, essa diverrà un baluardo molto difficilmente rimovibile dal loro cuore e pur di non vedere dissolversi un’illusione in un attimo, credo saranno in molti a voler sostenere fino all’ultimo il partito che hanno sposato, pur vedendo ogni giorno di più, essendo loro dimostrato senza possibilità di errore, che con la verità esso non ha mai avuto nulla a che fare.
          Ora io non voglio assolutamente sindacare nel loro valore personale le conversioni, gli affidamenti al Signore e le intenzioni di nessuno, tanto meno la loro genuinità e purezza. Il cuore dell’uomo è un mistero anche per il suo possessore e quello di Dio lo è ancor più. Rilevo soltanto alcuni dati somatici che mi consigliano di non credere in queste cose.

  6. RADIOLONDA said,

    aprile 3, 2009 a 1:32 pm

    Parecchi anni fa mentre stavo seduto in aereoporto aspettando il mio volo, ho letto in un quotidiano un articolo che narrava di una setta finto-cristiana alla quale il proprio santone aveva profetizzato che in uno specifico giorno e ad una specifica ora, il Signore sarebbe tornato manifestandosi al mondo attraverso la televisione. Naturalmente quel giorno (di poco precedente a quello nel quale l’articolo fu pubblicato) passò, e i numerosi adepti della setta incollati al tubo catotico rimasero delusi. Non ho idea di come il santone abbia giustificato il fallimento della profezia e quanto ne abbia risentito la sua credibilità.
    Quello che so per esperienza, è che coloro che non credono in Dio del vero credere, fondato su un rapporto di amore e fiducia con il Creatore, e non fondato sulla fiducia verso un uomo, verso un credo o verso un libro (neanche quando quel libro è un libro sacro e prezioso come la Bibbia), SONO DISPOSTI A CREDERE A TUTTO, anche alle più assurde baggianate.
    Che dire ? Esaminiamo la nostra fede per essere sicuri di non appartenere alla folta schiera di quelli che sono passati dalla padella alla brace, di quelli che sono passati dalle baggianate cattoliche alle ridicolagini evangeliche.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: